La Futsei mette KO il Trezzano e sogna

FUTSEI MILANO – TREZZANO FUTSAL   9 – 4
Reti Futsei : 3 HUARINGA 2 DAINEZ 1 ALDROVANDI 1 FRANZA 1 MUNNO 1 MESSINEO 
Miglior Giocatore : CARLO ALDROVANDI

Il 2020 inizia a tinte orange, con i nuovi innesti Salvatore Munno e Aldo Franza (a breve le presentazioni)
Unica nota dolente, l’infortunio di Gianluca Tempesta, un trauma al piede destro che lo vedrà lontano dal campo per qualche settimana.
L’ultima del girone di andata equivale ad una delle sfide più difficili di questa C2, quella con il Trezzano,non una partita, ma un derby vero e proprio sentito sia in campo che fuori.
Per l’occasione i Tucaniguns si presentano in grande rispolvero, tutti belli e agghindati con tanto fiato in corpo, nuova anima, nuovo tamburo e tutta la passione che li lega fra di loro e alla Futsei.

Nell’ultimo scontro con il Trezzano, gli orange ne sono usciti parecchio acciaccati, e rivedendo i fantasmi del passato, la preoccupazione più grande era non iniziare l’anno nuovo con una sconfitta.
I ragazzi di Mister Cugola, si tanno allenando bene, con voglia e rinnovato entusiasmo.

Le due squadre partono in sordina, studiandosi e non affondando il colpo, il pallino del gioco vorrebbero tenerlo entrambe.
Giunti recupera palla sull’out di sinistra, tira sul secondo palo e vieni deviato in corner dal portiere.
Calcio d’angolo orange, uno/due tra Giunti e Franza, con il primo che riceve a centro area e cerca di piazzarla alla sinistra del portiere, niente di fatto.
Il Trezzano reagisce con il capitano (Cinquepalmi) che riceve palla da posizione centrale, suola con il destro e calcia con il sinistro, traversa piena.
Messineo sbaglia il rilancio da ultimo, palla intercettata e tiro potente da centro area, Crimi chiude bene.
Questione di poco e il Trezzano si porta in vantaggio, Cinquepalmi in accelerazione spacca la difesa orange e serve il Pivot sul secondo palo che la mette facile (0-1)
Gli orange sono in bambola e Cinquepalmi indisturbato imbuca sul secondo palo, dove il pivot facile la mette alle spalle di Crimi (0-2)
Ora la Futsei si spinge in avanti per provare a rimettere le cose apposto, ma riparte il contropiede del Trezzano, Huaringa recupera e riperde la palla, gli ospiti giocano veloce il pallone e da un tiro centrale arriva il terzo gol, come da incubo (0-3)
La partita sembra già scritta, con un finale che non può far piacere agli orange, invece un po’ di fortuna viene a bussare alla porta dei Tucani.
Huaringa servito da Dainez prova il tiro rientrando centralmente, viene respinto e la palla arriva a Messineo che calcia di punta, Huaringa scaltro si lancia sul secondo palo e devia la palla quel tanto che basta per metterla in porta (1-3)
Ancora Huaringa, si avventa sull’ultimo uomo, gli strappa il pallone dai piedi e a tu per tu con il portiere, sigla il (2-3)
Ancora Huaringa ruba un pallone a centrocampo, parte a mille e serve Aldrovandi sulla destra che non chiude la traiettoria e finisce alto sul palo lontano.
Ora il Trezzano sembra più spaventato e il fine primo tempo arriva giusto in tempo a riprendere i sensi e il ritmo, mentre la Futsei, dopo quella scarica iniziale, capisce finalmente che ha doti e qualità per competere.

Ricominciamo dove tutto era finito, ma nel frattempo i ragazzi del Trezzano tornano in campo con la consapevolezza di quello che sanno fare, giro palla e con l’occasione giusta, si fa gol.
Tutto parte da un rinvio frettoloso, palla recuperata e imbucata in diagonale al pivot che finta con il destro e tira con il sinistro, Crimi copre la porta ma non il primo palo, palla dentro (2-4)
Huaringa lo stregone, prende palla sull’out di sinistra, si accentra e salta due avversari, da palla a Messineo che tira prima con il destro, respinto e poi con il sinistro, anche se con deviazione, la palla entra in rete (3-4)
Giunti perde palla a centrocampo, ripartenza veloce del Trezzano ma Crimi a tu per tu e con la gamba di richiamo, fa una parata eccezionale e tiene invariato il risultato.
Franza recupera un ottimo pallone, serve Giunti sulla destra che finta e calcia sul secondo palo, di poco fuori e Dainez sul secondo di poco non la mette dentro.
Su errore in disimpegno per gli Orange, il Trezzano riparte forte e ancora nell’uno contro uno, Crimi dice no e tiene invariato il risultato.
Da un azione di Antologia, dove tutti toccano il pallone, arriva il (4-4) Franza recupera e serve Giunti, sulla corsa per Hauringa e sul secondo palo per Dainez, palla in rete e tutto in parità.
Il Trezzano colpito ai fianchi si accascia a terra e di lì in avanti non esisterà partita.
Messineo lancia Giunti che stoppa e prova subito il tiro, il portiere respinge.
Ancora Messineo, serve Huaringa in corsa, palla sul secondo palo e Dainez era lì dal giorno prima (5-4)
Il (6-4) parte dai piedi di Hauringa, tunnel e palla a Dainez, che vede il centrale del Trezzano staccarsi, si gira e di sinistro riserve Huaringa che facile la mette dentro.
Messineo vede aldilà della difesa, serve Munno che aspetta paziente l’arrivo in velocità di Aldrovandi, quest’ultimo di prima la mette sotto la traversa (7-4)
Il Trezzano prova a reagire e in contropiede ha la possibilità di accorciare le distanze, ma con Crimi battuto, la palla finisce alla sua sinistra, fuori di poco.
Messineo serve Munno, che si gira, prende la mira e la mette alla sinistra del portiere (8-4)
Franza recupera un pallone importantissimo, serve Dainez che a tu per tu si fa respingere, questa volta poco cinico.
A pochi minuti dalla fine, vengono espulsi Giunti e il centrale del Trezzano, più per un incomprensione fra i due che per qualcosa di realmente accaduto, in una partita che ha detto la sua in quanto ad agonismo e cattiverai calcistica ma molto corretta da parte di entrambe le squadre.
Messineo e Franza chiudono le danze, il primo recupera un pallone e sulla fascia aspetta Franza, disorienta l’avversario e serve il compagno, Franza porta palla e di punta con il destro la mette all’angolino (9-4)

Partita vinta meritatamente, contro un avversario in lizza per il titolo di C2, questo primo successo deve essere un punto di partenza e i primi tre punti per quello che verrà.
Non è stato facile per lo Staff scegliere il migliore in campo e non all’unanimità è stato scelto Aldrovandi, per la prestazione e una serie di motivi, per il Trezzano, indubbiamente Cinquepalmi, anche se nel secondo tempo si è notato un calo suo e del Trezzano in generale.
Pur battendo il Trezzano, non è stato fatto niente e la palla riparte dal centro Venerdì prossimo, sempre in casa contro il San Donato, altro avversario forte e di categoria.

Un grazie speciale ai Tucaniguns che tante volte mettono da parte i dolori più grandi per prendersi qualche piacere insieme a noi…. ONNIPRESENTI!!!!

VAMOS FUTSEI……VAMOS TUCANIGUNS…..

SPONSOR & PARTNER